Schreiben Sie dank „gesprühter“ künstlicher Intelligenz ohne Tastaturen

Gianluca Riccio

Technik

Mit der neuen „sprühbaren“ Technologie der Stanford University können Sie Apps und Tastaturen verwalten, indem Sie die Sensoren direkt auf Ihre Hände sprühen.

Immaginate di poter scrivere al computer senza dover toccare tastiere di alcun tipo. Fantascienza? I ricercatori della Stanford University hanno sviluppato una “pelle intelligente” da spruzzare, in grado di rendere possibile questo incredibile traguardo. Lo spray, presentato su Naturelektronik (Ich werde die Studie hier verlinken), è realizzato con un materiale biocompatibile che può essere distribuito su una mano o su un braccio come una normale crema solare. Grazie all’intelligenza artificiale, questa smart skin può letteralmente rilevare le intenzioni di chi la “indossa”. Che tasti volete digitare? In che modo volete interagire? Pensate e otterrete.

sprühbarer Smart Skin zum Löschen von Apps und Tastaturen
Du liegst daneben: Das ist ein normales Mückenschutzmittel.

Una “nanorete” che si muove all’unisono con noi

La formulazione attraverso uno spray biocompatibile, che crea una vera e propria nanorete flessibile, è estremamente più sottile di altre interfacce elettroniche (penso a dei guanti aptici, ad esempio). E non solo: è anche meno invasiva e facile da usare a lungo termine. Certo, presenta ancora limiti nella precisione della risposta, potete dare voi stessi un’occhiata nel video che trovate in questo articolo. Difficile che questa pelle da spruzzare sostituisca tastiere e periferiche varie a breve, se non sarà ottimizzata.

Was ist das Geheimnis? Viele kleine sensori die Bewegungen erkennen und Daten an a künstliche Intelligenz der sie sammelt und interpretiert. Ich finde das einen wirklich bemerkenswerten Ansatz, der insgesamt erst jetzt seine ersten Schritte macht.

Nicht nur Tastaturen

A occhio e croce, le future applicazioni di una tecnologia del genere sono tantissime. Non si tratta solo di un modo per controllare le tastiere: questa straordinaria smart skin spray permetterebbe anche di gestire le app sullo smartphone. Potrebbe persino essere utilizzata per le applicazioni in realtà virtuale e, a differenza dei guanti VR offrirebbe un’estetica decisamente più gradevole per le nostre mani.

Ma le sue potenzialità non finiscono qui: questa tecnologia potrebbe portare ad una miriade di nuove opportunità, non solo nell’ambito dell’interazione con i dispositivi mobili, ma anche nel rendere l’esperienza di realtà aumentata e mista ancora più coinvolgente e immersiva. L’unico limite è la mia fantasia: per fortuna non sarò io a sviluppare questa roba. Genießen Sie.

Um über Forschungen, Entdeckungen und Erfindungen zu berichten, Kontaktieren Sie die Redaktion!

Alberto Robiati und Gianluca Riccio führen die Leser durch Zukunftsszenarien: die Chancen, Risiken und Möglichkeiten, die wir haben, um ein mögliches Morgen zu schaffen.